|
|
|
|
Webcamonica - Oggi il giorno 18 Sep 19 - 22:34:27
I PAESI DELLA VALLE
Darfo Boario Terme  
Breno  
Edolo  
Bienno  

NATURA IN VALLE
Il lago della vacca  
La corna bianca  
Campolaro  

ANNUNCI CAMUNI
Annunci di lavoro  
Annunci immobiliari  
Annunci economici  
LE ATTRAZIONI DI DARFO BOARIO TERME - INDICE

Turismo: Cosa visitare

Come è stato già affermato in diverse occasioni, la zona di Darfo e limitrofi non è caratterizzata unicamente da grande interesse turistico e commerciale, bensì si fa notare per le numerose testimonianze di grande valenza artistica. Il patrimonio legato a queste terre è eterogeneo e inestimabile, difficile da catalogare e enumerare in maniera esaustiva, ed è tuttavia necessario e dovuto elencare quanto meno le principali opere d'arte ( prevalentemente sacra ma non solo) che si trovano sul territorio di Darfo Boario Terme, ricordando che l'arte darfense ha origini tanto antiche quanto i camuni e le loro celeberrime incisioni rupestri.

A Darfo la chiesa parrocchiale dedicata ai Santi Faustino e Giovita risale al 1600 e al suo interno è conservata, fra le numerose altre opere di rilievo, una Pietà attribuita a Palma il Giovane. Sempre a Darfo, nella più recente chiesa di Santa Maria Madre della Chiesa, troneggia uno splendido Crocifisso Ligneo datato tra la fine del 1600 e gli inizi del 1700, oltre che numerosi affreschi recenti ispirati all'apocalisse ad opera dell'artista locale Sergio Rota Sperti.

In piazza Matteotti a Darfo numerosi edifici privati conservano ancora oggi finestre architravate tipicamente seicentesche. Il Convento delle suore è invece del 1729.
A Corna oltre alla chiesa dedicata a San Gregorio Magno affrescata dal Longaretti negli anni Sessanta, c'è la Chiesetta del Sacro Cuore di Gesù, restaurata negli anni Ottanta. Sulla facciata esterna, proprio sopra al portale, una lapide ricorda e onora tutti coloro che persero la vita durante il disastro del Gleno del 1923 e all'interno un affresco raffigura e ricorda la terribile e sconvolgente tragedia. ( le vittime a Corna furono 99).
L'edificio che ospita il municipio di Darfo Boario Terme è stato costruito nella frazione di Corna tra la fine del 1928 e l'inizio del 1929. Un'effige testimonia il passaggio da “comune di Darfo” a “Città di Darfo Boario terme” avvenuto nel 1968.

A Capo di Lago, sulla sponda affacciata sulla bassa Valle dello splendido lago Moro ( il cui nome ha origine dalle sue acque scure e torbide) svetta la chiesetta di Santa Apollonia, che risalirebbe al 1600.
A Boario il Tempio dedicato alla Madonna degli alpini sorge in memoria di tutti i caduti della campagna di Russia. Sul frontale troneggia una Madonna in bronzo ricoperta di oro zecchino. Inaugurato nel 1957, conserva il sacrario dei caduti e dei dispersi. Nel 1999 è stato inaugurato il campanile annesso.
A Montecchio dell'antica chiesa parrocchiale distrutta dal disastro del 1471 rimane soltanto parte di una finestra. Resta inoltre il basamento di una torre a testimonianza di quella che fu Rocca Federici in un'epoca vicina al 1290, nonché il Ponte di Montecchio, monumento in granito d'importanza nazionale, progettato intorno al 1686.
La Chiesa di Santa Maria del Suffragio ha un valore artistico notevole. E' del XIV secolo ed è sopravvissuta al disastro del 1471.

A Erbanno la chiesa dedicata a San Gottardo è del 1600, ma all'interno sono conservati affreschi quasi certamente appartenenti ad epoche precedenti. Anche nella chiesetta di San Valentino, sempre a Erbanno, sono visibili affreschi datati 1530.
Ma è senza dubbio Palazzo Federici con i suoi affreschi e il caminetto rinascimentale l'opera di maggior rilievo della piccola frazione.
Ancora a Erbanno, nel centro storico, Casa De Michelis ( un tempo Casa Ballardini) mostra uno splendido esempio di doppio loggiato del 1400, al cui interno è possibile visitare una stanza con affreschi del 1600.
A Gorzone la chiesa parrocchiale di Sant'Ambrogio fu eretta sulle rovine di una chiesa precedente di cui restano testimonianza un affresco raffigurante la maternità e una Madonna che allatta il bambino, probabilmente del 1400.

Scendendo lungo i tornanti che da Angolo Terme conducono fino nei pressi delle Terme di Boario si nota Castello Federici, edificato intorno al 1160 su un nucleo edilizio preesistente, di cui sono visibili l'ingresso con gli stemmi, i cortili, il pozzo, alcune decorazioni interne, il parco e una chiesetta privata dedicata a San Giovanni Battista. Sono assenti mura difensive e torri, e ciò rende la struttura molto più somigliante ad un palazzo signorile che ad una fortezza tradizionale.

WEBCAMONICA
 
INSERISCI IL TUO ANNUNCIO DI LAVORO ANCHE SU CERCOLAVORO.WORK

 

WebCamonica © Web Vision Srl - P.IVA 03536400983 - Vietata la copia totale o parziale